Tag RFID, è noto anche come Transponder RFID. Il tag è compone di tre componenti di base. Un chip IC, un'antenna o bobina, e un substrato che contiene il chip e antenna / bobina insieme.

inlay tag rfid HFInlay UHF

HF RFID tag 125KHz / 13.56MHz

UHF RFID tag 860 – 960 MHz / 2.4Ghz

 

Le immagini sopra mostrano due tipici design di TAG. Quello a sinistra è un disegno della bobina. E' funzionale per LF / HF RFID (bassa / alta frequenza), che operano in un range di frequenza bassa. Il tag utilizza il metodo di induzione come mezzo di potenza e di comunicazione. Il tag RFID UHF (ultra-high frequency) a destra utilizza un design antenna a dipolo. Il tag utilizza trasmissione RF (radio frequenza di funzionamento ad una frequenza molto più elevata) per ottenere potenza e realizzare la comunicazione.

Più è elevata la frequenza del Tag, maggiore è la velocità di trasmissione delle informazioni, e minore è la richiesta di energia per ricevere / trasmettere informazioni rispetto ad un tag che usa una frequenze più bassa; Frequenza inferiore richiedono più tempo. Anche l'antenna che trasmette il segnale può essere più piccola a frequenze più alte, raggiungendo maggiori distanze di lettura.

Con queste premesse si potrebbe pensare che un tag UHF è meglio di un tag HF, ma può essere una conclusione sia giusta che sbagliata. Un tag che può essere letto a lunga distanza può essere una buona soluzione. Ma la stessa proprietà può essere negativa se avete bisogno interagire con uno specifico tag ignorando tag nelle vicinanze. Quindi è importante capire ciò che si può o non si può fare con le diverse tipologie ed applicare le diverse proprietà in base all'applicazione.

 dimensioni ridotte chip rfid

Chip IC per tag RFID

 

Il chip IC sul tag RFID è molto piccolo, non più grande di un granello di sabbia (vedi foto sopra). Questo rende il tag abbastanza piccolo per molte applicazioni. Questo IC contiene la memoria in grado di memorizzare le informazioni. Il costo del chip è proporzionale alla dimensione della memoria e alle funzioni che ha. Il chip IC ha bisogno di energia per funzionare. La corrente necessaria è captata dalla sua antenna. Il lettore RFID genera un campo energetico RF dalla propria antenna quando viene inviato un comando di lettura.

C'è una distanza limite in cui l'antenna può efficacemente captare l'energia RF per attiavre il tag. Questa distanza dipende dalla potenza di trasmissione dal lettore RFID e dalle dimensioni della bobina del tag. Più grande è la bobina maggiore è la distanza. Come regola generale, un tag più grande può essere utilizzato ad una distanza maggiore di un tag più piccolo.

Quando il tag ha ricevuto abbastanza energia per funzionare, l'IC si accende immediatamente, e viene inviata la risposta al comando del lettore RFID. Il tag di solito leggere le informazioni binarie presenti nella sua memoria e risponde al lettore. L'informazione di base che solitamente viene letta è il numero di identificazione del tag. Se il tag contiene altri dati immessi dall'utente, il lettore può emettere il comando per leggerli tutti. Tutto questo processo avviene in pochi micro secondi.

Il tag RFID è essenzialmente simile a una scheda di memoria. Simile alla scheda di memoria flash che viene usata comunemente per la propria macchina fotografica digitale, il tag RFID però è alimentato senza fili ed ha molta meno memoria. La memoria disponibile può essere anche di pochi byte per memorizzare l'ID del tag, a circa 8Kbyte per memorizzare altri dati utente. Ogni lettera dell'alfabeto è di circa 1 byte di spazio, quindi una memoria 8Kbyte grado di memorizzare circa 8000 caratteri. I tag con capacità di memoria maggiore di solito hanno un costo maggiore.

A seconda del chip, i tag possono essere pre-programmati durante la produzione e contenere lo stesso ID oppure univoco (Numero di identificazione). Un ID univoco permette al lettore di differenziale comunicazione con più tag letti nello stesso campo di azione. Alcuni chip IC sono in grado di distruggere il tag, evitando successive letture e rendendo il tag inutile.

Tag LF e HF utilizzano metodi di induzione per letture a breve distanza <10 centimetri. Tag UHF possono arrivare fino a 10m. La distanza varia in base alla potenza trasmessa dal lettore RFID e la grandezza dell'antenna presente sul tag.